Tutte le preghiere

Inno alla Speranza

O santa speranza, quanto tu sei ammirabile!

 

Io m’immagino di vedere l’anima che è posseduta da questa bella speranza,

come un nobile viandante, che cammina per andare

a prendere possesso di un podere che formerà tutta la sua fortuna,

ma siccome è sconosciuto e viaggia per terre che non sono sue,

chi lo deride, chi lo insulta, chi lo spoglia delle sue vesti

e chi giunge a bastonarlo e a minacciarlo di togliergli anche la pelle,

e il nobile viandante, che fa in tutti questi cimenti?

Si turberà egli?

 

Ah, non mai, anzi deriderà coloro che gli faranno tutto questo,

e conoscendo, certo, che quanto più soffrirà,

tanto più sarà onorato e glorificato quando giungerà a prendere possesso del suo podere,

quindi lui stesso stuzzica le genti a fare che più lo possano tormentare.

Ma lui è sempre tranquillo, gode la più perfetta pace,

ma quello che è più, mentre si trova in mezzo a questi insulti,

egli se ne sta tanto calmo, che mentre gli altri sono tutti desti intorno a lui,

egli se ne sta dormendo nel seno del suo sospirato Iddio.

 

Chi somministra a questo viandante tanta pace

e tanta fermezza nel proseguire l’intrapreso viaggio?

Certo la speranza dei beni eterni che saranno suoi,

ed essendo suoi supererà tutto per prenderne possesso.

 

Ora, pensando che sono suoi, viene ad amarli,

ed ecco che la speranza fa nascere la carità.


 
Commenti
Vuoi inserire un commento? Registrati oppure effettua il Login!
Ultimi commenti 0 di 0
Non sono presenti commenti